RILEVAZIONE DELLE SEPARAZIONI PERSONALI DEI CONIUGI (Mod. Istat M. 252)

RILEVAZIONE DEGLI SCIOGLIMENTI E CESSAZIONI DEGLI EFFETTI CIVILI DEL MATRIMONIO (Mod. Istat M. 253)

A partire dalle rilevazioni del 2019 è stata attivata una nuova funzionalità che renderà i Tribunali più indipendenti nello svolgimento del loro lavoro:
è stata inserita la rotella per il cambio di stato dei questionari da parte dei Tribunali. Ora i Tribunali sono autonomi nel riportare il questionario da "inviato" a "in lavorazione" se devono apportare qualche modifica o allo stato "inevaso" se devono cancellarlo.


AVVERTENZE

Nella sezione Contatti si trovano i numeri di telefono e gli indirizzi e-mail per avere assistenza relativa all'invio dei dati.
Nella sezione Documenti e istruzioni sono disponibili tutti i file di supporto alla compilazione e relativi ai contenuti delle rilevazioni.

Prima di procedere alla compilazione, è necessario registrarsi con Codice utente e Password forniti da Istat, cliccando su 'Accesso al questionario', in alto a destra. Per accedere alla compilazione dei modelli Istat occorrerà selezionare nel menù a tendina della finestra 'Tematica' la relativa voce ed il Periodo di rilevazione (indicato come primo giorno del trimestre).
DOTAZIONE INFORMATICA

Per compilare il questionario online è necessaria una connessione a Internet con uno dei seguenti browser: Mozilla Firefox, Apple Safari, Google Chrome, Internet Explorer 9 (o versione superiore), di cui è possibile scaricare la versione più recente cliccando sui link sotto riportati. La risoluzione minima consigliata per lo schermo del computer è 1024x768.
OBIETTIVI DELLE RILEVAZIONI

Ogni anno l'Istat diffonde i principali risultati delle due rilevazioni: separazioni personali dei coniugi e scioglimenti e cessazioni degli effetti civili del matrimonio (divorzi). Queste rilevazioni sono condotte dall'Istat presso le cancellerie dei tribunali civili (per i dati relativi ad omologhe e sentenze) e presso gli uffici di stato civile (per gli accordi extragiudiziali).

In questa piattaforma l'Istat rileva le separazioni e i divorzi condotti presso le cancellerie civili dei Tribunali della Repubblica, raccogliendo i dati relativi a ogni singolo procedimento concluso dal punto di vista giudiziario nell'anno di riferimento (tramite i modelli Istat M. 252 e Istat M. 253).

Obiettivo delle due rilevazioni (Separazioni e divorzi) è quello di fornire importanti elementi per studiare le situazioni di rottura dell'unione coniugale e il contesto socio-economico in cui si verificano. Per ogni procedimento esaurito con una separazione o con un divorzio vengono rilevati:
  • aspetti procedurali e giudiziari - data di iscrizione a ruolo e data del provvedimento, rito di apertura e chiusura, iniziativa del ricorso;
  • provvedimenti economici - presenza/assenza di sostegno per il coniuge e per i figli, importo, soggetto erogatore;
  • sesso, età e affidamento dei figli minori;
  • informazioni di carattere demo-sociale (fornite direttamente dai coniugi o tramite i loro legali) quali data e rito di celebrazione del matrimonio, caratteristiche dei coniugi (data e luogo di nascita/residenza, cittadinanza, stato civile precedente, assistenza legale, titolo di studio, condizione professionale).



CHI DEVE RISPONDERE

Tutti i tribunali. Gli uffici competenti fanno riferimento alle cancellerie civili.



INFORMAZIONI SULLA RILEVAZIONE

Le informazioni per la compilazione e i questionari in formato pdf sono disponibili su web agli indirizzi:

https://www.istat.it/it/informazioni-e-servizi/per-i-rispondenti/elenco-delle-rilevazioni

Sotto popolazione e famiglie con la voce specifica Separazioni e Divorzi oppure direttamente:

http://www.istat.it/it/archivio/8758